Punto Irrigazione

×
 x 

Carrello vuoto
CarrelloCarrello vuoto

pi

Irrigazione

Programmatore per irrigazione: ecco come gestire al meglio da remoto l’impianto

Chi avrebbe mai potuto immaginare che un mero programmatore per irrigazione potesse essere in grado di occuparsi del verde al posto nostro. Non è fantascienza, ma pura realtà: l’era dei robot è ancora lontana, ma alcuni marchingegni ci fanno davvero sentire molto vicini alla logica sottesa all’utilizzo di questi strumenti di ultimissima generazione.
La bella stagione è arrivata e ci affrettiamo, un po’ come accade con la forma fisica del nostro corpo, a fare di tutto per conferire ai nostri spazi verdi, di mare, montagna o urbani che siano, l’aspetto di un paesaggio naturale mozzafiato.
Non dimentichiamo che, però, la linfa vitale di ogni spazio verde è l’acqua.
Esatto, proprio l’acqua, l’elemento più semplice ed accessibile che esista in natura.
Il fatto è che non è semplice rifornire il verde di quest’ultima, specie quando siamo lontani le cose si complicano. Avvalersi dunque di un programmatore di irrigazione specifico, qual è, ad esempio, quello della Hunter e non di uno qualsiasi, fa davvero la differenza in termini di performance.
Scopriamo in questa sede le sue straordinarie doti.

bottone shop

1. Massima “duttilità ambientale”

Con i suoi due programmi indipendenti con quattro partenze ciascuno, il programmatore per irrigazione Hunter è in grado di garantire un’annaffiatura “personalizzata” che risponde alle effettive necessità idriche di ogni spazio e di ogni tipo di pianta.
Grazie al suo calendario preimpostato a 365 giorni, il programmatore è in grado di garantire un’irrigazione per giorni pari o dispari, con regolazione altresì stagionale a copertura che va dal 10% al 150%. Estremamente utile la sua compatibilità con sensori meteorologici, che consente di rispondere alla necessità di garantire perfetta duttilità in base alle condizioni climatiche esterne, duttilità che è massimizzata anche dalla presenza di un bypass del sensore pioggia, una vera “chicca” in termini di tecnologia applicata ai prodotti per giardinaggio.
Il tutto, grazie alla presenza di una memoria permanente, il vero cervello di questo programmatore per irrigazione che definire tecnologicamente avanzato è riduttivo.

2. Estrema facilità d’uso

Non sempre tecnologia ed affidabilità si sposano con facilità d’uso, e questo limite investe, molto spesso, anche il settore dei programmatori per irrigazione.
Il caso del programmatore Hunter, uno dei più validi che il mercato possa oggi offrirci, rappresenta un’eccezione. Chi reputi trattarsi di un prodotto arduo da utilizzare dovrà ricredersi.
Bastano pochissimi istanti per impostare la programmazione desiderata e permettere così che l’erogazione d’acqua si attivi anche in nostra assenza, grazie ad un orologio che invia un comando all'elettrovalvola.
Quest’ultima funziona, volendo utilizzare un paragone di facile intuizione per tutti, come una sorta di rubinetto elettrico che va ad azionarsi automaticamente in presenza di un comando che va ad agire sull’intero ingranaggio, in ogni settore, separatamente.
Un prodotto adatto per tutti, dunque, questo programmatore per irrigazione, pensato altresì per garantire la massima sicurezza nell’utilizzo, grazie al suo meccanismo interno concepito per offrire protezione automatica contro sovratensioni e corto circuiti.

Al fine di ottenere risultati perfetti a lungo termine ed in poco tempo, avvalersi dell’attrezzatura giusta, di un buon abbigliamento da lavoro, di tanta buona volontà e pazienza non basta.
E’ in ogni caso necessaria la presenza. Questo fino a ieri, perché da oggi, come si vede, anche questo limite è facilmente superabile.bottone shop

www.poliv.ua

13.ua

У нашей компании классный сайт со статьями про https://avtomaticheskij-poliv.kiev.ua.